PROGETTO BIODANZA

Descrizione dell'attività


Biodanza è un sistema di integrazione affettiva, di rinnovamento organico e di riapprendimento delle funzioni originarie della vita.
Agisce sullo stimolo delle potenzialità di ognuno, rafforzando le emozioni sane e la loro espressione coerente, stimolando l'apprendimento emozionale e la sua integrazione all'apprendimento cognitivo.
Gli esercizi sono strutturati sulla base del Modello Teorico di Biodanza (sviluppo ed espressione dei potenziali genetici), utilizzando:
- la musica (stimolo che porta all'espressione emozionale integrata al movimento corporeo);
- il movimento (entrare in azione);
- la "vivencia" (istante vissuto con intensità).

Modalità operative

Le lezioni di Biodanza si svolgono in gruppo e l'insegnante partecipa insieme ai ragazzi. Il gioco è un elemento fondamentale per permettere l'espressione spontanea e favorire l'integrazione ritmico-motoria-affettiva individuale e collettiva.Infatti attraverso l'allegria del gioco si facilita l'integrazione di ogni partecipante all'interno del gruppo.

Obiettivi generali

1) Integrazione del gruppo
2) Stimolare l'autoregolazione organica (azione/riposo)
3) Integrazione psico-motoria individuale:
a) Aumento dei livelli di vitalità: sviluppo dell'azione nel movimento e sviluppo delle capacità espressive nel movimento attivo
b) Integrazione psicomotoria-affettiva: danze armonizzanti, sviluppo dell'espressività nel movimento lento
4) Favorire l'integrazione del movimento espressivo con l'emozione
5) Rendere possibile l'iniziativa in feedback
6) Dissolvere le tensioni a livello emotivo
7) Integrazione del contatto fisico nella comunicazione
8) Sviluppo della capacità di contatto attraverso lo sguardo
9) Facilitare l'espressione dei concetti appresi a livello scolastico.

Tempi di svolgimento e modalità di verifica

E' previsto un ciclo minimo di 10 lezioni, di 1 ora e mezza alla settimana.
E' certo che l'introiezione dei concetti e i cambiamenti a livello esistenziale e scolastico sono di intensità diverse e proporzionali alla durata del corso e alla disponibilità dei partecipanti.
Vengono consegnate schede da compilare agli insegnanti, prima dell'inizio del corso e alla fine dello stesso; durante il percorso sono previste verifiche attraverso l'osservazione, le conversazioni personali (se necessario) e di gruppo con i ragazzi, i colloqui con gli insegnanti.

Tale esperienza è stata fatta, durante l'anno scolastico 2002-'03 a Gambarare, da 2 classi seconde e quattro loro insegnanti, Loredana Mion - Sonia Vanuzzo - Miriam Lanconelli - Donatella Longo.